ALIMENTAZIONE NATURALE

ALIMENTAZIONE NATURALE

ALIMENTAZIONE NATURALE E SALUTE

La filosofia dell’alimentazione naturale

PER INFORMAZIONI SUI SOGGIORNI DEPURATIVI
VA A  SOGGIORNI

I metodi che fanno riferimento alle parole “natura”, “naturale”, come “alimentazione naturale”, “medicina naturale” “igiene naturale” ecc, partono da presupposti assai diversi dalla scienza ufficiale ed hanno una interpretazione della realtà che differisce profondamente dalle scienze mediche e biologiche ufficiali: l’ampiezza di tale differenza a volte sfugge, ed è opportuna una riflessione  per comprendere come una omologazione non sia possibile e come sia assurdo il tentativo di ricondurre ogni sapere entro gli spazi accademici.

Alimentazione naturale e scienza della nutrizione

Confrontiamo la fisiologia della nutrizione alla quale si rifanno i nutrizionisti accademici e i principi dell’alimentazione naturale, e vedremo come da questo confronto emergerà un divario incolmabile: un diversa concezione della realtà, un diverso atteggiamento nei riguardi del corpo, degli alimenti, dell’ambiente

Scienza della nutrizione

Per la fisiologia della nutrizione il rapporto tra essere vivente e alimenti è un rapporto essenzialmente biochimico: gli alimenti sono sostanze chimiche che forniscono il materiale necessario per il metabolismo: ricambio materiale per il costante rinnovamento del corpo da una parte e dall’altra apporto calorico per le necessità energetiche dell’organismo.

Pertanto la fisiologia della nutrizione considera gli alimenti nient’altro che un aggregato di sostanze chimiche: proteine, amidi,grassi, vitamine ecc.

L’alimento, per il nutrizionista scientifico, non esiste tanto nella sua concreta materialità e nella sua fondamentale unità d’insieme, quanto nelle componenti biochimiche e biofisiche in cui è stato ridotto: il corpo non ha bisogno di pane, frutta .verdura ecc (termini che fanno riferimento ad alimenti concreti), ma di proteine, amidi, grassi, vitamine, sali minerali ecc. e di determinate quantità di apporti energetici (calorie).

Ne deriva che può essere ammissibile o addirittura vantaggioso fornire separatamente i vari componenti, trascurando sempre più le caratteristiche originarie dell’alimento, il quale potrà essere modificato e trattato chimicamente e geneticamente senza svantaggi, anzi migliorando in tal modo la qualità e la quantità dei suoi apporti nutrizionali.

Alimentazione naturale

Nella concezione dell’alimentazione naturale l’alimento non è soltanto un aggregato di sostanze chimiche ma un complesso infinitamente ricco, armonioso, tale da sfuggire ad ogni analisi e pertanto non riducibile ad un certo numero, per quanto ampio, di suoi componenti.

Il cibo è visto, in questa luce, come un mirabile insieme in cui si equilibrano armoniosamente una miriade di fattori che sfuggono ad una completa analisi: l’alimento è  un tutto unitario inesprimibile nella sua completezza nei termini di qualsivoglia indagine analitica.

L’alimento diventa così un’opera irripetibile della natura,un complesso vivente in armonia col corpo.

Nasce così una irriducibile diffidenza verso ogni intervento che ne alteri le caratteristiche naturali con raffinazione, estrazioni, conservazioni ecc.

Verso ogni intervento che ne modifichi il naturale equilibrio dei componenti attraverso l’uso di fertilizzanti chimici, pesticidi ecc.

Verso ogni intervento che ne sconvolga brutalmente attraverso la manipolazione genetica la caratteristica di armonioso insieme al quale il corpo si è adattato in un rapporto che ha richiesto centinaia di migliaia di anni.

SALUTE  NATURALE E ALIMENTAZIONE NATURALE

L’alimentazione naturale è il cardine dei metodi finalizzati  alla salute e a benessere: l’alimentazione naturale seguita  secondo i principi della vitalità i e delle corrette combinazioni   degli alimenti  fornisce infatti al corpo tutto ciò che gli è indispensabile e ne permette una continua rigenerazione. 

L’alimento modificato, raffinato,conservato, è invece squilibrato, fonte di apporti non adeguati, causa di formazione di residui tossici nell’organismo, di  tossiemia e accumuli tossici nei tessuti, dai quali prendono origine la maggior parte delle patologie.

Depurare il sangue col digiuno e/o le diete depurative, seguire poi una alimentazione naturale ed equilibrate è la via maestra per procedere verso la salute e il benessere